VINI / Valdobbiadene Prosecco DOCG – Colfondo – NOTAE

È il prosecco del nostro quotidiano, nato prima dell’arrivo delle moderne autoclavi usate per il metodo Martinotti.

È il prosecco DOCG che parla della nostra terra, variabile e piacevolmente imprevedibile.

Scarica la scheda PDF

Prosecco Valdobbiadene DOCG Notae Colfondo Col Del Lupo
  • Denominazione: Valdobbiadene Prosecco DOCG rifermentato in bottiglia
  • Tipologia: frizzante secco – tappo in sughero raso
  • Varietà e provenienza delle uve: quasi totalmente Glera con presenza di cultivar autoctone come Verdiso, Perera e Bianchetta, vecchi vigneti con viti centenarie in alta collina in località Colbertaldo
  • Coltivazione: regime biologico
  • Vendemmia: uve vendemmiate a mano ad inizio settembre
  • Gradazione alcolica: 11% Vol.

  • Zuccheri: quasi assenti (< 1 g/l)
  • Caratteristiche organolettiche: colore giallo paglierino, velato
. Al naso emergono note di agrumi e frutta fresca nei primi mesi, sostituiti da profumi terziari più complessi oltre l’anno dall’imbottigliamento. Emerge anche il caratteristico sentore di crosta di pane e lievito. In bocca si presenta pulito, rigorosamente asciutto e con una mineralità decisa, lascia un retrogusto delicatamente amarognolo tipico del prosecco rifermentato.
  • Conservazione: da conservare in posizione verticale in luogo buio e fresco. Lasciato maturare almeno 6 mesi dall’imbottigliamento. A differenza degli spumanti, la tipologia del rifermentato si presta a un affinamento in bottiglia più lungo e stupisce nel tempo con evoluzioni interessanti.
  • Temperatura di servizio: 8-10° C

  • Come servirlo: per un carattere più deciso, capovolgere la bottiglia per riportare in sospensione i lieviti sul fondo. Per un gusto più delicato, scaraffare il vino, lasciando i lieviti nel fondo della bottiglia.
  • Abbinamenti: ideale con formaggio Asiago, ottimo per accompagnare una pasta con sarde fresche o una frittura di paranza

Acquista